loader image

Questa frase la sentiamo ripetere e pronunciare frequentemente in questi giorni. Tutto ciò da un lato personalmente mi mette angoscia, dall’altro mi fa ben sperare.

Noi non sappiamo realmente cosa ci sarà dopo. Non possiamo riuscire a vedere lontano in questo momento. Non possiamo fare previsioni precise di quando ritorneremo alla “normalità”. Possiamo solo immaginare qualcosa.

Io credo che si ritornerà alla normalità solo nella prossima primavera, quella del 2021.

In questi mesi ci sarà sicuramente una grande selezione di aziende ahimè. Molte aziende chiuderanno, tante altre cresceranno. Convivere con questo maledetto virus non sarà facile, assolutamente. Il distanziamento sociale e la mancanza di relazioni ci priveranno di tante belle emozioni.

-Molti imprenditori dovranno necessariamente ridurre e tagliare dei costi in seguito ad un fatturato che si dimezzerà.-

Le disposizioni anti-covid prevederanno tante di quelle regole obbligatorie e super restrittive da rispettare, motivo per cui molte attività non avranno motivo di restare aperte al pubblico.

Molti perderanno il lavoro purtroppo. Altri dovranno inventarselo.

E tutto ciò che è veramente triste. Il lavoro non è solo fonte di sostentamento, ma il lavoro spesso ci identifica, ci dà dignità, ci dà progettualità, ci dà vita.

Come spesso accade però in questi momenti di difficoltà davvero complicati da gestire, il dolore unisce le persone. In questi momenti si capisce che più dai e più ottieni e che senza una visione di insieme non ci sarà futuro per nessuno.

Sundera attraverso il suo brand Deraweb da sempre ed ora più che mai, ha messo su una serie innumerevole di azioni per “aiutare” i suoi clienti a fare meglio e fare bene. Tutto ciò permetterà in questa fase di attutire sicuramente il colpo e preparare tutti ad una nuova era, quella che vivremo dal prossimo anno, perché nulla sarà più come prima.

Andrea Dettole

Pin It on Pinterest