loader image

I 5 gestori di energia che ti fanno pagare caro i problemi di fatturazione e i consumi stimati

Gli accorgimenti giusti per la tua energia

[divider height=”30″]

I costi ingiusti che gonfiano la tua bolletta

La lettura delle bollette energetiche è da sempre un vero e proprio rebus.

Oltre alle voci spesso incomprensibili, una voce che spesso ti costa cara è quella dei consumi stimati.

Perché non puoi pagare solo l’energia che consumi effettivamente?
Perché, anche se esegui l’autolettura del contatore, ti vengono comunque addebitati dei consumi stimati?

Ti è mai capitato di dover pagare subito bollette salate, “gonfiate” da consumi presunti elevati, e poi per vedere restituiti i soldi pagati in più hai dovuto aspettare diversi mesi?

Anche in situazioni come queste i fornitori di energia non sono tutti uguali.

Ci sono alcuni gestori che adottano pratiche commerciali più aggressive di altri, e proprio per questo i consumi stimati e i problemi di fatturazione possono costarti davvero cari.
[divider height=”30″]

Le pratiche scorrette dei 5 fornitori di energia

Fortunatamente c’è chi lavora per tutelare gli interessi dei consumatori: dalle associazioni dei consumatori all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico; dall’Antitrust all’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Proprio dalla collaborazione di tutti questi soggetti si è sviluppata un’ istruttoria, conclusa in questo mese di giugno 2016, che ha evidenziato delle pratiche commerciali scorrette messe in atto da 5 fornitori di energia:

  • Acea
  • Edison
  • Eni
  • Enel Energia
  • Enel Servizio Elettrico

Questi gestori sono stati protagonisti di 2 pratiche scorrette:

  1. Cattiva gestione delle richieste dei clienti che lamentavano l’addebito di consumi diversi da quelli effettivi. In più, nel caso di conguagli di importo elevato, i gestori non hanno informato chiaramente i clienti sulla possibilità di rateizzare la bolletta e sui termini di pagamento più lunghi.
  2. Mancata o ritardata restituzione degli importi dovuti ai clienti. Le procedure adottate dai fornitori non hanno permesso ai clienti di ricevere pienamente e tempestivamente le somme pagate in eccesso per la fornitura di energia elettrica e gas.

Oltre a questo, le 2 società di Enel hanno adottato una terza pratica scorretta: l’addebito di interessi di mora per bollette pagate in ritardo, anche in caso di bollette consegnate in ritardo o non recapitate, e in presenza di un reclamo in tal senso da parte dei clienti.

Le conseguenze di questa istruttoria? 14,53 milioni di € di multe complessive per i 5 gestori e nello specifico:

  • Acea 3.600.000 euro
  • Edison 1.725.000 euro
  • Eni 3.6000.000 euro
  • Enel energia 2.985.000 euro
  • Enel servizio elettrico 2.620.000 euro

[divider height=”30″]

Come evitare le pratiche scorrette dei fornitori di energia

Ma come fare a evitare il rischio di subire queste vere e proprie ingiustizie?

Ecco 4 cose che devi assolutamente tenere in considerazione nella scelta del tuo fornitore:

  1. Affidati a un consulente che sia presente anche dopo la firma del contratto, per avere sempre un punto di riferimento in grado di supportarti nella scelta della tariffa migliore per la tua azienda e in caso di dubbi sulla bolletta.
  2. Scegli un fornitore di energia che ti garantisca un buon servizio clienti, diretto e non terzista. Scegliere il gestore che apparentemente ti offre l’energia al prezzo più basso non basta: se poi si verificano i problemi come quelli trattati in questo post, se non hai un sistema semplice per effettuare l’ autolettura del contatore, e dall’altra parte non c’è un servizio clienti preparato e pronto ad aiutarti, allora le tue bollette potrebbero essere davvero molto care.
  3. Scegli un fornitore che ti garantisca delle procedure per l’autolettura del contatore semplici ed efficaci. Questo aspetto è davvero importante se non vuoi essere costretto a pagare consumi stimati esorbitanti
  4. Così come Autorità per l’energia elettrica e gas e Antitrust sanzionano gli operatori scorretti, esistono anche studi di settore che premiano i più meritevoli: tra questi gli studi Plimsoll dell’anno 2015 che hanno premiato 20 operatori nazionali (non a caso Acea, Eni, Enel Energia, Edison ed Enel Servizio Elettrico non rientravano in questo)

Proprio per questo Sundera dal 2008 ha scelto Più Energia Elettrica Spa come partner per la fornitura di energia elettrica alle imprese: offerte trasparenti e personalizzate in base alle esigenze di consumo che ti permetteranno di avere una gestione delle tue bollette decisamente facilitata.

Più Energia Spa ha un servizio clienti interno: dimentica call center con personale straniero, con chiamate interminabili a causa di operatori che fanno difficoltà a comprendere quello che dici o che non conoscono alla perfezione le procedure da seguire per soddisfare le tue richieste e nel 2015 è stata annoverata dagli studi Plimsoll come una delle aziende maggiormente affidabili in Italia sia in temi finanziari che su base relativa alla soddisfazione della clientela.
[divider height=”30″]

La garanzia esclusiva di Sundera Consulenze

Da imprenditore desidero che altri imprenditori come te abbiano la massima garanzia di qualità del servizio scelto, ed è per questo che con Sundera abbiamo deciso di offrire a tutti i nostri clienti una garanzia aggiuntiva ed esclusiva: il tagliando periodico. Ogni 4 mesi avrai un appuntamento gratuito con un nostro consulente, che analizzerà insieme a te le tue bollette, verificando così che non ci siano errori.

Compila il form qui sotto, avrai una consulenza gratuita e senza alcun impegno sulla tua bolletta elettrica.

Scoprirai così se anche tu sei vittima di ingiustizie da parte del tuo gestore.

Ma c’è di più: per te 10€ di sconto sulla tua prima bolletta Più Energia.

[divider height=”30″]

Andrea Dettole

[divider height=”25″]
[custom-skins-contact-form-7 id=”2470″]

Pin It on Pinterest