loader image

Sei un imprenditore di una piccola o media impresa e hai visto fallire molti negozi della zona ma non riesci a capirne il motivo?

E-commerce: prendi al volo il salvagente ed evita di annegare

Confesercenti avverte: “fra 10 anni addio ai negozi sotto casa”. Leggi per sapere il motivo per il quale quest’anno 25.469 negozi hanno chiuso

Dal 2011 l’Italia sta attraversando un’imponente crisi che sta strozzando l’imprenditoria nazionale. È evidente come le imprese, soprattutto le più piccole, siano in seria difficoltà nel sopravvivere a quello che sembra essere uno tsunami di crisi che sembra spazzare via tutto ciò che si trova davanti. Nonostante i segni di ripresa del 2016 che danno un aumento dei consumi dal 2011, siamo ancora lontani da quelli che erano i consumi prima della crisi che si è imbattuta sull’Italia.

E tu, che sei un piccolo imprenditore, sai bene di cosa sto parlando e stai scongiurando da anni la chiusura e il fallimento ma vedi intorno a te terra bruciata perché molti negozi del circondario hanno calato la saracinesca senza più riaprirla.

La sensazione è la stessa di quando vieni buttato in acqua all’improvviso.
All’inizio non sai nuotare ma con il tempo impari a farlo piuttosto bene e puoi addirittura insegnare come si nuota. Ma tu, che hai sempre nuotato in piscina, decidi che è ora di imparare a nuotare anche nel lago. Un giorno hai deciso di andare a farti una nuotata in un lago, per poter pescare anche pesci grossi.

Sei entusiasta e sei contento di poter sfidare i tuoi limiti. Ti butti in acqua e ti senti soddisfatto. Ma ad un certo punto ti accorgi che qualcosa non va perché arrivano onde troppo grandi e capisci di non nuotare in un lago bensì nel mare.

Non eri pronto a quest’evenienza e non sai come comportarti. Cerchi di non farti prendere dal panico e mantieni la calma ma tu sei a largo e non hai né maschera né pinne e quindi fai fatica a rimanere a galla.
Le onde diventano sempre più grandi, sempre di più, enormi, gigantesche e tu sei lì inerme che non sai che fare e rischi d’affogare. Comincia ad entrarti acqua nei polmoni ma hai ancora la testa fuori dall’acqua e sfidi la sorte e te stesso rimanendo, a fatica, vivo.
[divider height=”30″]

Non è solo un’impressione, molti sono affogati

Proprio come quando ti ritrovi in mare, anche adesso ti ritrovi a fronteggiare una situazione più grande di te perché ora la tecnologia sta fagocitando il concetto di impresa tradizionale. Ora ti ritrovi nel mare e le grandi aziende online la tecnologia sono lo tsunami che ti sta facendo perdere il respiro e che velocemente corrode i tuoi profitti.

Secondo Confesercenti nel 2016 si è ha assistito alla chiusura di 25.469 negozi e le piccole e medie imprese ottengono tra il 2010 e il 2016 una riduzione del venduto in valore di 10 punti percentuali. Sebbene gli alimentari siano in calo dell’1,9%, a influire maggiormente in negativo sono i generi non alimentari: -7,9%. Anche la grande distribuzione è in difficoltà ma il dato rilevante è sulle piccole imprese dove si registra una forte sofferenza oggi come non mai.

I negozi continuano a chiudere a ritmi vertiginosi e chi è sul mercato non riesce a guadagnare poiché incidono notevolmente:

  • I costi di gestione delle attività
  • Gli affitti
  • Un costo del personale troppo alto

Dal 2007 ad oggi il numero di esercizi commerciali è diminuito di quasi 91mila unità: ha chiuso per crisi un negozio su dieci.

Solo nel 2016:

  • 15mila negozi di commercio al dettaglio hanno chiuso nel centro-nord dello Stivale
  • 10mila nel Sud e nelle isole.

Se si continua così, afferma il Presidente di Confesercenti Vivoli, tra 10 anni l’Italia sarà un Paese senza i negozi di vicinato, di servizio: spariranno, verranno sostituiti da uffici. Lasciando le città buie e spingendo le persone verso i centri commerciali in periferia per gli acquisiti.

Mentre tutto crolla, il Sole 24 Ore dichiara in un articolo che i canali dell’e-commerce non solo incidono sulle vendite delle piccole imprese ma hanno anche una forte impennata di profitti del 16% e una quotazione di oltre 16 miliardi.

Fenomeni importanti del 2015 sono:

  • la presenza dei prodotti artigianali come ad esempio la categoria “made in Italy” di Amazon, vetrina planetaria in cui si concentra l’offerta dei prodotti artigianali e delle micro imprese locali.
  • piccole realtà aggiungono l’e-commerce al sito aziendale, come Umberto Brignone, 23 anni, terza generazione di maestri pasticceri che dalle Langhe vende online in tutta Europa i Droneresi, specialità locali.

[divider height=”30″]
Qual è il profilo degli acquirenti?

“Sono 11 milioni gli e-shopper abituali dell’e-commerce – risponde Roberto Liscia, presidente Netcomm – perlopiù nella fascia di età tra i 30 e i 55 anni, prevalentemente uomini e che almeno una volta al mese assolvono anche la funzione di “responsabili degli acquisti digitali” per la famiglia.”

Dopo quest’analisi sei pronto a sapere la dura verità: l’unica via d’uscita è il web e l’e-commerce.
[divider height=”30″]

Ecco il tuo salvagente

La tua vera salvezza è proprio qui, a portata di click. Per sopravvivere a questo tsunami noi ti diamo il salvagente ma anche una nave potente, che possa metterti veramente al sicuro. Deraweb è il nuovo brand di Sundera che ti fornisce un servizio di digitalizzazione aziendale.

Deraweb costruisce il sito completo Terra 597 per la tua azienda (il tuo salvagente) con delle opzioni per ogni tua esigenza. Deraweb nasce dal sogno di due ragazzi che hanno già creato un’azienda come Sundera, incentrata sul cliente e sulla valorizzazione delle micro, piccole e medie imprese.

Con questo nuovo progetto, ci si vuole dedicare completamente alle urgenti richieste di aiuto da parte dei piccoli imprenditori che si vedono schiacciati dalle grandi aziende online. Grazie alla strategia web di Deraweb le piccole imprese non solo si riprenderanno dalla crisi attuale e dalle perdite in bilancio, ma cominceranno ad incassare più profitti grazie alla possibilità di avere 11 milioni di potenziali clienti sempre online.

Il modulo aggiuntivo Plutone è la tua nave potentissima per fronteggiare ogni tsunami e burrasca! Dedicato alla vendita e alla prenotazione online ti consente di avere nel tuo sito aziendale anche:

  • Servizio e-commerce con cui potrai vendere anche online così da non essere più tra quelle aziende che rischiano il fallimento perché non hanno un servizio del genere. Inoltre puoi utilizzare le grande possibilità di vendere e fatturare anche quando la tua azienda è chiusa poiché i tuoi clienti potranno acquistare online a qualsiasi ora anche comodamente seduti sul loro divano!
  • Servizio Prenotazione grazie al quale potrai consentire ai tuoi clienti di prenotare i tuoi prodotti e i tuoi servizi e per poi ritirare di persona quanto prenotato. Ma la vera rivoluzione è poter dare al cliente la possibilità di prenotare un tavolo al tuo ristorante e di poter scegliere dove sedersi. Una vera rivoluzione tecnologica.

Indubbiamente è questo ciò di cui hai bisogno!

Con Deraweb ti metti in salvo dalla tsunami tecnologico e non affoghi!

Compila il form qui sotto e sarai contattato da un nostro consulente entro 24 ore

[divider height=”30″]

Fabio De Lucia

[divider height=”25″]
[custom-skins-contact-form-7 id=”2470″]

Pin It on Pinterest